Il 22 Aprile 2017 si è sottoposta ad una iniziale pulitura dei Segnacoli dedicati ai Caduti della Frazione di Airali, completamente soffocati dai cipressi.

Il lavoro è stato fatto con la partecipazione della Dottoressa Ada Gabucci della Sovraintendenza alle Belle Arti e responsabile del progetto di censimento dei Monumenti ai Caduti e Lapidi ai Caduti della Prima Guerra Mondiale per il progetto di Memoria promosso dalla Comunità Europea e dalla Presidenza del Consiglio, come progetto di Missione, dell'Assessore Massimo Gaspardo Moro e il Consigliere Comunale Andrea Savio; per ANA Chieri e ValSusa presenti Enzo Bori, Giuseppe Gastaldi e Mario Campanati.

La situazione all'inizio del lavoro era quella della foto 

Il lavoro 

al termine

Questi segnacoli furono collocati a memoria dei Caduti nella Grande Guerra nei cimiteri Italiani e ben pochi sono sopravvissuti alle varie vicissitudini, spostamenti o ampliamenti dei cimiteri.

Quelli di Airali sono sopravvissuti nel tempo ed uno di essi è particolare in quanto la piastrina originale è stata modificata per Paolo Viarizzo,  Caduto e Decorato  MVM della Guerra Italo Libica (1910 - 1912)