Il 10 febbraio è la Giornata del ricordo istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato secondo dopoguerra (1943-1945), e della più complessa vicenda del confine orientale

La data del 10 Febbraio stata definita in quanto fu il giorno in cui, nel 1947 furono firmati i trattati di pace di Parigi, che assegnavano alla Jugoslavia l'Istria, il Quarnaro e la maggior parte della Venezia Giulia, facenti parte dell'Italia dai Trattati di Pace seguenti al Patto di Versailles, nel caso specifico il Trattato di Rapallo del 1920.

Le Autorità Comunali, con le Associazioni d'Arma, Alpini, Carabinieri, e le bandiere e vessilli di ANIOC, CRI, Associazione Veneti del Chierese, Associazione Trevigiani del Mondo, Liceo Scientifico Statale con Silvio Selvatici dell'Opera Nazionale Caduti senza Croce, sono state presenti alla manifestazione conclusasi con l'inaugurazione di una targa a ricordo degli avvenimenti (con codice QR consultabile da smartphone)

 



Le Foto della Manifestazione, scattate da Ornella Florio del Comune di Chieri, sono disponibili nell'album condiviso